Aperti da lunedi a sabato dalle 7:30 alle 20.
Domenica chiusura settimanale.

Crespelle dolci o salate? Una tradizione che rende più buono il Natale!

Nel periodo che va da Natale a San Giuseppe, in qualunque piccolo o grande centro siciliano, il richiamo olfattivo della sera è indubbiamente quello delle crespelle. La tecnica del “crespellaro” è un dono ancestrale e nativo che il popolo segue con rapita ammirazione.

E visto che è Natale perché scegliere?
Godiamoci i dolci, la tradizione e l’atmosfera magica del periodo più bello dell’anno!

Agrodolce

CRESPELLE RICOTTA E ACCIUGA
1,2 Kg di semola di grano duro
50 g di lievito di birra
5 acciughe salate, diliscate e ridotte a pezzetti
300 g di ricotta fresca setacciata
Strutto abbondante (le crespelle dovranno galleggiare), sale.

PROCEDIMENTO
In una ciotola, preferibilmente di ceramica, disponete farine e sale, create una fontanella al centro e versate lentamente l’acqua tiepida, mescolate continuamente.
A parte sciogliete il lievito in circa 4 o 5 cm di acqua tiepida ed unitelo al composto.
Continuate a sbattere finché l’impasto si staccherà dalla pentola e risulterà piuttosto liquido e fluido. Copritelo con un panno di lana per circa 2/3 ore.
Nel frattempo setacciate la ricotta e versate lo strutto in un tegame dai bordi alti lasciandolo sciogliere. Intanto preparare vicino al tegame la ciotola con la ricotta e una piena di acqua fredda.
Appena lo strutto avrà raggiunto la giusta temperatura, afferrare con una mano un pezzetto di pasta di circa 30 g, inserire con l’altra mano al suo interno un pezzetto di ricotta e uno di acciuga,  richiudete velocemente l’impasto con entrambe le mani, dategli la forma tondeggiante o allungata.
Friggete la “crispedda” nello strutto caldo. Sciacquate velocemente le mani nell’acqua e ripetete l’operazione fino ad esaurimento della pastella.
Una volta gonfie e dorate prelevatele con una schiumarola forata e mettetele a sgocciolare su carta assorbente da cucina.Servire immediatamente!

Abbinate vino rigorosamente rosso, giovane e speziato.

crispelle-di-riso-1

CRESPELLE RISO E MIELE
300 grammi di riso
1 litro di latte
20 grammi lievito di birra
60 grammi di zucchero semolato
150 grammi di farina per dolci
Un cucchiaino da caffè di cannella in polvere
La buccia grattugiata di un’arancia e un limone
Un cucchiaino da caffè di sale fino
Olio di semi di arachide per friggere
200 grammi miele di zagara
Zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO
Fate cuocere il riso nel latte a fiamma dolce, aggiustandolo con il sale, quando risulterà completamente assorbito, se serve aggiungete acqua calda.
Togliere dal fuoco e fate raffreddare, unite la farina, lo zucchero, la cannella, la buccia grattugiata dell’arancia e del limone ed il lievito diluito in acqua moderatamente calda. Amalgamare tutto e rendete il composto omogeneo, ricopritelo con pellicola da cucina e lasciatelo riposare in luogo tiepido per circa 2 ore.
Una volta che il riso sarà lievitato stenderlo a 2-3 cm su un tagliere, già spolverato con farina. Con un coltello infarinato tagliatelo a bastoncini e dategli la forma di cilindretto. Adagiate le crocchette nell’olio bollente, fatele dorare sgocciolare su carta assorbente. Scaldate il miele a bagnomaria e irroratele con esso abbondantemente. Servite calde.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  • Seguici su Facebook

  •  
    Video in primo piano - Slow Food Taormina